domingo, 28 de junio de 2009

Colpo di stato in Honduras

Attilio Folliero, Caracas 28/06/2009

All’alba, un gruppo di militari è entrato con la forza nella residenza del presidente dell’Honduras, Manuel Zelaya; lo hanno sequestrato, portato all’aeroporto e fatto salire su un aereo, che si è diretto a San Jose di Costa Rica, dove è stato letteralmente scaricato e lasciato in mutande. Manuel Zelaya in persona dichiarando a Telesur, ha spiegato come si sono svolti i fatti; ha negato di aver chiesto asilo politico al Costa Rica, dichiarandosi “ospite momentaneo” ed ha annunciato che sarà presente alla riunione dei paesi dell'ALBA, prevista per domani a Managua in Nicaragua.

martes, 23 de junio de 2009

A Caracas la multinacional Nestlé regala la leche acaparada

Attilio Folliero, Caracas 23/06/2009

Por muchos meses ha sido muy difícil encontrar leche en Venezuela. Según los operadores el precio regulado era tan bajo que no se justificaba producirlo. Era simplemente una escusa. La verdad era otra y hoy podemos demostrarlo. Primero hay que añadir que el precio de leche, regulado en Venezuela, es muy alto si se compara con los precios (también regulados) que se aplican en Europa. Pensamos, que en Venezuela un precio mas justo de la leche debería ser de por lo menos un 50% menos que el actual.

No era, entonces, el precio la causa de la desaparición de este importante producto. No, simplemente eran razones políticas. La leche ha desaparecido de las tiendas simplemente porque las empresas del sector lo tenían acaparado, con la única finalidad de provocar arrechera, descontento en el pueblo, claramente en función política contra el gobierno.

viernes, 19 de junio de 2009

Il comparto aeronautico

Attilio Folliero, Caracas 19/06/2009


Dopo l'incidente all’Airbus dell’Air France dello scorso primo giugno è doveroso analizzare la situazione del comparto aereo mondiale.

Il settore dell’industria aeronautica sta soffrendo una grossa crisi, ovviamente conseguenza della crisi economica mondiale. Ricordiamo che l’industria aereonutica veniva dalla precedente e recente crisi del crollo dei trasporti aerei in seguito all’attentato dell’11 settembre del 2001.

Il direttore generale dello IATA, Giovanni Bisignani (1) durante il sessantacinquesimo vertice del trasporto aereo svoltosi a Kuala Lampur lo scorso 8 giugno ha reso noto che nel settore dell’aviazione civile, per l’anno in corso sono previste perdite per circa 9 miliardi di dollari, il doppio rispetto a quelle preventivate solo pochi mesi prima, a marzo. La crisi del settore si sta inasprendo. Se poi si considerano le perdite del 2008 pari a 10,4 miliardi, il comparto aereo negli ultimi due anni accumula perdite per oltre 20 miliardi.

miércoles, 17 de junio de 2009

Cosa si nasconde dietro l’incidente aereo dell’Airbus dell’Air France?

Attilio Folliero, Caracas, 17/06/2009

L’incidente aereo occorso lo scorso primo giugno all’Airbus dell’Air France, caduto nell’Oceano Atlantico con 228 persone a bordo, mentre volava da Rio de Janeiro a Parigi, non sembra essere un incidente qualsiasi. Un errore umano? Un attentato terroristico? Cedimento strutturale? Pura fatalità? E’ possibile che dietro ci sia qualcosa di losco, di molto losco?

Analizziamo i fatti, partendo dal Venezuela. La più famosa e seguita trasmissione televisiva del Venezuela è “Alò Presidente”, in onda dal vivo tutte le domeniche su VTV e condotta dal Presidente del Venezuela in persona, Hugo Chávez. Lo scorso 28 maggio, in occasione del decimo anniversario di questa storica trasmissione, il conduttore e Presidente della Repubblica, Hugo Chávez, annunciava che per festeggiare l’evento avrebbe intrapreso una vera e propria maratona televisiva, che iniziava appunto il 28 maggio, giovedì e sarebbe proseguita il venerdì, il sabato e quindi concludersi la sera di domenica 31 maggio.

martes, 16 de junio de 2009

Verso un mondo con nuovi protagonisti: OCS e BRIC

Attilio Folliero, Caracas 16/06/2009 (*)

Sulla scena mondiale, con l’occidente verso un irreversibile tramonto, si affacciano nuovi attori; per il momento sono comprimari, ma nel giro di pochi lustri saranno i protagonisti della scena economica mondiale.

Nel 2001 venne fondata a Shanghai, in Cina la OCS, l’Organizzazione della Cooperazione di Shanghai, una istituzione economica a carattere regionale che raggruppa ufficialmente 6 stati: Cina, Russia, Kazakistan, Kirgikistan, Tajikistan e Uzbekistan, a cui si sono aggiunti altri 4 paesi con lo status di osservatori, ossia Mongolia, India, Pakistán e Irán. L’ultima riunione di questa organizzazione si è svolta il 15 giugno in Russia, esattamente a Yekaterinburg.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...