sábado, 11 de septiembre de 2010

Mio zio è stato sulla luna di Attilio Folliero (1987)

Attilio Folliero, Caracas 11/09/2010

C'è stato un periodo della mia vita, intorno ai vent'anni, in cui ho provato a scrivere delle poesie. Ho deciso di pubblicare qualcuna di quelle poesie a titolo di curiosità.  Poesie di Attilio Folliero.

Mio zio è stato sulla luna (1987)
(Agli emigranti)

Mio zio era tornato
per una lieta occasione
al paese rimpianto.

Malinconico e triste
dopo la festa
la nuova partenza.

Ero con lui
in quei bui minuti.

Molti anni prima
partito a cercare lavoro
aveva lasciato
con grande rimpianto
il paese, l'amicizia e tutto l'affetto.

Da quel giorno lontano
un sogno soltanto
tornare alla cuna.

Ora che lasciava il lavoro
per il meritato riposo
il suo sogno contava le ore.

Mio zio è stato sulla luna
da quel giorno lontano
dalla casa al lavoro
andata e ritorno
c'era la luna.

Il suo sogno lasciare la luna
e tornare alla cuna.

Ma fu il sogno a lasciare la luna.

Mio zio è morto
ammazzato dal duro lavoro.

Seppellito nel paese straniero
neppure da morto
ha realizzato il suo sogno.

Mio zio è rimasto sulla luna.

Attilio Folliero
Lucera (Foggia), 1987

Nella foto: la nave "Duca degli Abruzzi" con la quale mio nonno, Di Gioia Luigi, è andato negli Stati Uniti (Data di arrivo: 07/11/1910)
_________________

Para un blog es muy importante que el lector haga el esfuerzo de clicar en los botones sociales "Me gusta", "Tweet”, “G+”, etc. que están por debajo o a lado. Gracias.

Per un blog è molto importante che il lettore faccia lo sforzo di cliccare sui tasti social "Mi piace", "Tweet", “G+”, etc. che trovate qui sotto o a lato. Grazie

No hay comentarios :

Publicar un comentario en la entrada

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...