sábado, 10 de enero de 2015

A tutti i "Charlie" dell'ultima ora

Massimo Mazzucco, Luogocomune, 09/01/2015


Ora che su Parigi è calato il sipario, possiamo provare a fare un paio di riflessioni.


1 - Domenica Renzi, Rajoy, Merkel, Cameron e Hollande si incontreranno a Parigi. Ne uscirà certamente un qualche accordo fra i maggiori stati europei "per contrastare il terrorismo". Naturalmente, non faranno nulla che possa servire veramente a contrastare un'eventuale terrorismo - anche perché loro sanno meglio di noi quale sia la matrice reale di questo "terrorismo". Ma vorranno certamente dare l'impressione che "l'Europa è unita nel combattere il terrorismo", perché questo è il messaggio che in questo momento fa comodo a tutti loro. Prepariamoci all'ennesima messinscena.


2 - Sul fatto che i due assassini di Parigi siano stati identificati grazie alla carta d'identità "dimenticata" in macchina, si sono già espressi in modo efficace i nostri utenti nel precedente articolo. Non c'è bisogno di aggiungere nulla, se non forse il fatto che anche i "terroristi pakistani" degli attentati di Londra del 2005 furono identificati grazie alla carta d'identità contenuta nello zainetto di uno di loro. Insomma, fare il poliziotto oggi è diventato facile: basta saper leggere un indirizzo su una carta di identità, e la medaglia è garantita.

3 - Dai vari telegiornali di oggi è venuto fuori che gli attentatori di Parigi erano molto ben conosciuti ai servizi francesi, e quindi molti si domandano come mai costoro abbiano potuto agire in piena libertà, ...

... mentre in realtà avrebbero dovuto essere tenuti sotto stretta osservazione. Forse una risposta la può dare la vicenda degli altri due "fratelli assassini" di recente memoria, quelli della maratona di Boston. Anche loro erano molto ben conosciuti all'FBI, ma anche a loro fu data ampia libertà di agire. Talmente tanta libertà, che si sospetta che siano stati in realtà manovrati dalla stessa FBI. (Poi per fotterli è un attimo: pubblichi il video che li vede passeggiare tranquilli fra la folla di Boston, oppure piazzi nella Citroen la carta di identità del patsy di turno).

4 - Infine, rivolgo una domanda a tutti i nostri giornalisti: è stato molto bello, in questi giorni, vedervi difendere a spada tratta i vostri colleghi francesi, nel nome della difesa della libertà d'espressione. E' stato molto bello vedere i vari santoro che inneggiavano a Voltaire, sciacquandosi rumorosamente la bocca con il "diritto inalienabile che ciascun uomo ha di esprimere la propria opinione". "Siamo tutti Charlie", dicevano in coro questi giornalisti con magliette, con cartelli, e con didascalie che comparivano generosamente dappertutto nei loro telegiornali.

Ora, a tutti questi "Charlie" vorrei porre una semplice domanda: dove eravate quando in Europa sono state fatte le leggi che proibiscono di mettere in dubbio l'Olocausto, o comunque di parlar male degli ebrei? Perché "va bene" fare vignette satiriche che offendono il Corano e l'intero mondo islamico, ma "non va bene" offendere, criticare, o deridere in qualunque modo gli ebrei?

Dov'era la vostra voce, cari "Charlie" da strapazzo, quando il famoso diritto inalienabile che ciascun uomo ha di esprimere la propria opinione è stato brutalmente calpestato, con il vostro silente assenso, da una particolare minoranza di persone che si ritengono palesemente al di sopra di tutti gli altri e al di sopra delle leggi dei comuni mortali?

Perchè allora siete stati zitti? Perchè allora non avete detto niente?

Resto in attesa di una risposta, che con certezza assoluta non arriverà mai, perché siete solo dei vigliacchi, degli ipocriti, dei codardi senza spina dorsale.

Massimo Mazzucco
_________________ 

Para un blog es muy importante que el lector haga el esfuerzo de clicar en los botones sociales "Me gusta", "Tweet”, “G+”, etc. que están por debajo o a lado. Gracias.

Per un blog è molto importante che il lettore faccia lo sforzo di cliccare sui tasti social "Mi piace", "Tweet", “G+”, etc. che trovate qui sotto o a lato. Grazie

3 comentarios :

  1. Emerge un certo tono anti-ebraico che, in questo caso,sarebbe stato opportuno non manifestare.
    Questo tipo di terroristi non va assolutamente tollerato ma eliminato.
    L'Islam è un mondo malato, fanatico ed estremamente anacronistico. Lo è stata anche la nostra religione cattolica cristiana e non per questo dobbiamo essere superficiali sui danni, di ogni tipo, che possono essere prodotti da una religione come quella islamica
    Giusto deriderlo perché si sa, l'ironia e la satira possono là dove non riescono le armi

    ResponderEliminar
    Respuestas
    1. Al limite è un tono anti sionista.
      Ma piuttosto direi che non ha centrato il senso dell'articolo.

      Non sono d'accordo su cio' che dice circa l'islam, perchè lo sono tutte le religioni, buchi neri della ragione umana, credere è una malattia mentale. Ogni religione ha sempre e solo oscurato le persone, persone che credono alle mucche che volano e che pretendono anche rispetto e silenzio per queste pazzie. Semplicemente si fottano, ora e per sempre. Non cambio io diventando un imbecille che crede alle vacche che volano o a spiriti santi che mai nessuno ha fotograto ne toccato, cambino loro! Si curino o tacciano.
      La religione cattolica quindi, ha fatto nefandezze come ogni religione, non è mia, non spetta a me difendere una cosa che va contro da 2000 anni la ragione e le persone libere. Si fottano anche i cristiani e le loro vacche che volano e vocine varie che hanno in testa. Si curino.

      Eliminar

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...