miércoles, 14 de enero de 2015

Tiroidite curata bonificando una cavitazione dell'osso mascellare

La scienza marcia e la menzogna globale, 14/01/2015
Qui di seguito la traduzione di una lettera pubblicata sul sito di Kat James (intrattenitrice e presentatrice della PBS, autrice del libro The Truth About Beauty) nella quale si racconta la storia di una guarigione da un disturbo autoimmune della tiroide. Questa testimonianza corrobora quanto descritto dal dottor Lechner nel suo lavoro sulle cavitazioni dell'osso mandibolare.


Ciao Kat, cerco di riportare la mia esperienza nel modo più chiaro e coinciso possibile, chissà a quante persone può servire affinché possano iniziare a raccogliere i giusti indizi. Nel febbraio 2006 ebbi 6 denti estratti. Erano denti da tempo devitalizzati ed in cattivo stato. Un dottore con cui ne parlai all’ Istituto di medicina integrativa associata (NIHA) mi aveva detto di assicurarmi che il dentista grattasse e pulisse bene l’osso dall’infezione circostante, cosa che io non feci. Non riuscii a trovare il coraggio per insistere con il dentista [vediamo ora che fu un grave errore].

Il chirurgo dentista mi disse all’epoca di aver trovato 3 cisti nell’osso sotto i denti devitalizzati estratti, ma come curettaggio non fece nulla, in quanto diceva che “non erano poi chissà che cosa”. Il giorno stesso che ho estratto quei sei denti, mi sentivo in capo al mondo! Mi sentivo incredibilmente energica. Ma, un momento, quante persone si sentono incredibilmente bene dopo aver estratto sei denti?

Col passare del tempo però ho iniziato a stare di male in peggio, man mano che l’osso sopra le estrazioni si era richiuso. Arrivata a luglio, ho cominciato ad avere problemi con il colon e problemi al fegato. Inoltre, ho cominciato ad avere problemi di deglutizione, era soprattutto qualcosa che aveva a che fare con il consumo di cibo. In quel periodo la mia tiroide fu controllata varie volte ma ad un certo punto accettai il consiglio di un’infermiera di fare un ultimo test tiroideo, questa volta per controllare la presenza di eventuali anticorpi. Non so come, ho accettato di farlo.

Il test ha dimostrato che i miei anticorpi tiroidei erano a valori altissimi, 1.228! Il corpo stava attaccando la sua stessa tiroide e i medici non sapevano perché. Avevo la cosiddetta “tiroidite di Hashimoto” (TH).

Ho chiamato il medico del NIHA (quello che conoscevo già dai tempi delle estrazioni) e gli ho chiesto la sua opinione. Ha detto che la TH è solo un sintomo di “qualcos’altro”. Ma soprattutto ha posto la domanda se avevo chiesto a suo tempo al dentista di ripulire come si deve le estrazioni. Gli ho detto “no” e gli ho detto perché … non ero riuscita ad osare!

Senza esitazione ha detto di essere sicuro che da lì, dal non curettare il sito di estrazione necrotico, fosse scaturita un qualche tipo di patologia ossea della mandibola causata dalle estrazioni e dalle cisti infette non rimosse.

Mi sentivo così pimpante il giorno delle estrazioni perché in quel momento il corpo si era liberato di un grosso carico tossico, roba morta, e perché il sovraccarico infettivo si era ridimensionato all’istante ... ma col tempo, non appena i buchi delle estrazioni si sono chiusi, l’infezione si è nuovamente sviluppata, intrappolata com’era dentro l’osso.

Il mio medico del NIHA mi ha detto che avevo due opzioni:

1 - Vai in Ohio, dove fanno una sonografia ossea Cavitat, per individuare l’area del problema ... e poi si procede a riaprire la zona delle estrazioni malfatte e infette, per raschiare e bonificare una volta per tutte l’osso mascellare. Intervento costoso e invasivo.

Oppure: 2 - Vai a Washington alla sede del NIHA , per individuare elettronicamente l’area problematica e poi fare ozonoterapia (iniezioni di ozono) direttamente dentro la mascella infetta da uno specialista, intervento tra l’altro poco costoso.

Bene, decisi all’istante che avrei seguito quei consigli. Ma nel frattempo dovevo andare ad un appuntamento preso in precedenza da un’endocrinologa della mia città. Al momento della visita le ho chiesto il suo parere su questa Tiroidite di Hashimoto.

Mi ha fatto fare un test con un beverone di contrasto a base di bario che era negativo. Poi abbiamo fatto altri test. Un’endoscopia gastrica, un test di svuotamento gastrico (che era migliorato), una TAC (negativa), un’ecografia per controllare eventuali cisti ovariche (negativa). Anche se avevo sintomi al colon e fegato, dai test non appariva nulla di anomalo ... L’endocrinologa mi disse che non c’era più nulla che potesse fare per me, se non aspettare che la tiroide smettesse del tutto di funzionare e di lì prendere a vita l’Eutirox. Messa davanti a questa prospettiva, dissi a me stessa... No, grazie.

Questo mi ha portato ad un appuntamento ieri a Washington al NIHA. Il mio primo incontro fu con uno specialista della revisione dentale che vanta 5 specializzazioni presso 5 università diverse. Si parla molto di lui in maniera anche controversa, visto che il suo modo non convenzionale di guarire i pazienti non piace a tutti... Mi ha testato (EAV –elettroagopuntura secondo Voll) e ha scoperto che, in realtà, ho avuto una “grave” infezione mascellare. Essa derivava da un DENTE DEL GIUDIZIO che avevo estratto 23 anni fa (!)

Il foro lasciato dall’ estrazione si era infettato e stava causando necrosi dell’osso della mascella. Doveva anche testare che non ci fosse mercurio nell’organismo, in quanto il rimedio per l’ infezione sono le iniezioni di ozono, ed in presenza di mercurio diventano inefficaci. A suo tempo avevo disintossicato il mercurio con vari integratori per un anno intero, così il test fu negativo.

Potemmo dunque procedere con l’ozonoterapia: dopo un’anestesia locale ha fatto tre forellini nella mia mascella e ha iniettato l’ozono. L’ozono sradica l’infezione nell’osso al solo contatto. Ho sentito infatti risultati immediati. A procedura finita, mi sentivo come se qualcuno fosse seduto sul mio petto, ero spaventata... ma il dr. McClure mi ha rassicurato che quella sensazione sarebbe andata via. E così è stato...

Poi ho iniziato a sentire come se i polmoni fossero pieni di liquido ... ma, ancora una volta, sono stata rassicurata che quella sensazione sarebbe andato via. E così è stato...

Non erano gli effetti dell’ozono di per sé, ma l’effetto “reset” del sistema nervoso. L’infezione che stava facendo impazzire i miei organi era stata bruscamente interrotta. Ha detto che mi sarei sentito strana per un po’ di tempo, come aggiustamento per la brusca eliminazione della causa principale delle mie sofferenze. Credo che si possa proprio dire che ha scioccato il mio sistema nervoso, ma in senso buono.

Il mio medico del NIHA mi ha mostrato uno schema appeso al muro secondo il quale ogni dente comanda diverse zone del corpo. Il grafico indica che le aree in cui la mia mandibola era infetta, a seguito delle estrazioni dei denti devitalizzati, corrispondevano proprio alle zone del mio corpo che erano in crisi ... intestino crasso, fegato, tiroide, metabolismo ( stanchezza cronica )... dire che ero sbalordita non rende l’idea ...

Il medico aveva un’assistente a fianco che faceva praticantato. Ha detto che un anno prima aveva avuto le mie stesse difficoltà. Aveva sofferto di gravi problemi alla schiena ... altri medici volevano rimuovere i dischi, fondere insieme le vertebre, ma invece, andò a vedere questo medico al NIHA. Ha scoperto la stessa cosa. Un’infezione nella sua mascella, causata da estrazioni dentali fatte male! Così anche lei ha avuto le iniezioni di ozono, ed è stata curata immediatamente. Era talmente contenta di essere diventata assistente ed apprendista con questo stesso medico.

Sono rimasta di stucco dalla stretta correlazione tra denti e organi. Fino a ieri ero abituata a pensare che la malattia avesse origine nel colon, ma ora sono fermamente convinta che sovente la malattia ha inizio nello studio del dentista. Spero che questa mia testimonianza sia di aiuto per voi che leggete.

_________________

Para un blog es muy importante que el lector haga el esfuerzo de clicar en los botones sociales "Me gusta", "Tweet”, “G+”, etc. que están por debajo o a lado. Gracias.

Per un blog è molto importante che il lettore faccia lo sforzo di cliccare sui tasti social "Mi piace", "Tweet", “G+”, etc. che trovate qui sotto o a lato. Grazie

No hay comentarios :

Publicar un comentario en la entrada

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...