jueves, 18 de febrero de 2016

L'Arabia Saudita non ridurrà la produzione di petrolio

IRIB, 18/02/2016

Vedasi anche:

RIYADH (IRIB) - Il ministro degli esteri del regime lo dichiara in esclusiva a AFP. "Se altri produttori vogliono limitare o accettare un congelamento della produzione per avere effetti sul mercato, l'Arabia Saudita non è pronto a farlo", lo ha dichiarato in esclusiva ad AFP il ministro degli esteri del regime saudita, Adel al Jubeir.

Il capo della diplomazia saudita ha aggiunto che i prezzi del petrolio, che hanno perso il 70% del suo valore a partire dalla metà del 2014, "saranno determinati dalla domanda e dall'offerta, dalle forze di mercato."


L'annuncio avviene subito dopo che i ministri dell'energia della Russia, Arabia Saudita, Qatar e Venezuela hanno concordato martedì di congelare la produzione di petrolio a livelli medi di gennaio. Secondo l'Agenzia internazionale per l'energia, l'Arabia Saudita ha prodotto 10,2 milioni di barili al giorno nel mese di gennaio, in calo rispetto ai 10,5 milioni del picco di giugno. La Russia ha prodotto quasi 10,9 milioni di barili al giorno dello stesso mese, un record del periodo post-sovietico, secondo i dati ufficiali.

Più di un anno dopo che l'OPEC ha rifiutato di tagliare la produzione e aumentare i prezzi del petrolio, il petrolio costa ancora il 70% in meno rispetto alla sua quotazione nel 2014.

L'offerta rimane al di sopra della domanda e le riserve globali continuano ad aumentare. Secondo alcuni analisti, i prezzi potrebbero scendere al di sotto $ 20 al barile.
_________________

Para un blog es muy importante que el lector haga el esfuerzo de clicar en los botones sociales "Me gusta", "Tweet”, “G+”, etc. que están por debajo o a lado. Gracias.

Per un blog è molto importante che il lettore faccia lo sforzo di cliccare sui tasti social "Mi piace", "Tweet", “G+”, etc. che trovate qui sotto o a lato. Grazie

No hay comentarios :

Publicar un comentario en la entrada

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...