martes, 28 de marzo de 2006

Gli Italiani residenti in Venezuela denunciano brogli elettorali

In Venezuela gli elettori ricevono il plico per votare con annessa pubblicità elettorale. Si richiedono provvedimenti immediati

Caracas 28/03/2006

Elezioni politiche italiane in Venezuela: Ricevuti plichi elettorali con annessa (letteralmente spillata) lettera di invito a votare per il candidato della Lega Nord, De Stefano.

Il Consolato ha spedito il plico elettorale cercando di favorire un candidato in particolare? Noi pensiamo di no, Pero' rimane la responsabilità oggettiva delle autorità italiane, in primo luogo Console ed Ambasciatore. A tal proposito quali provvedimenti intende prendere il Ministero degli Estri ed il Ministero degli Interni?


Il volantino annesso al plico contiene l'esplicito invito a votare per Il signor De Stefano, candidato per la lega nord. Come e' riuscito il candidato De Stefano a far allegare il suo volantino al plico elettorale inviato agli elettori? Ha corrotto qualche impiegato dell'ufficio postale?

Sono sicure le elezioni per corrispondenza? Cosi' come e' riuscito a far spillare un volantino d'invito a votare per lui, cosi' potrebbe essere riuscito a farsi consegnare centinaia di plichi, votarli e riconsegnarli! Il dubbio sulla validità di queste elezioni, a questo punto, è d'obbligo.

La legge italiana prevede sanzioni gravissime, fino all'arresto, per chi ad esempio effettua pubblicità elettorale il giorno dell'elezione; nessuno può fare pubblicità in prossimità dei seggi. Nel caso del Venezuela, l'elettore riceve a casa la proposta di voto, spillata alla busta contenente la scheda elettorale! E' come dire che un elettore che si reca ad un seggio per votare, riceva dal presidente del seggio, oltre alla scheda,  anche l'invito a votare per un candidato in particolare. Per tale presidente scatterebbe immediatamente l'arresto. Le denunce sono comunque già scattate, sia agli organi italiani presenti in Venezuela (Console ed Ambasciatore), sia agli organi competenti in italia (Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma).

Infine, un'ultima osservazione circa i silenzi della Voce d'Italia, il giornale in italiano per gli italiani del Venezuela. Ad oggi, 28 marzo, ha taciuto su queste gravi irregolarità. Come mai? Per non alimentare polemiche visto che la figlia del Direttore e proprietario del giornale è candidata (per la nostra coalizione dell'Unione)? Le irregolarità, soprattutto quelle che hanno conseguenze penali, vanno denunciate e sempre. Altrimenti che organo di informazione è.

In allegato:
1) foto di un plico con annessa proposta di voto per il candidato leghista.
2) copia del volantino allegato al plico elettorale

Plico elettorale ricevuto dagli elettori con annesso invito (spillato) a votare per un partito in particolare (Lega Nord) 
Volantino della Lega spillato assieme al plico elettorale (cliccare per ingrandire)

***
Si invia alla procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, Al Presidente della Repubblica, Al Presidente del Consiglio, Al Ministro degli Esteri, Al Ministro per gli Italiani nel Mondo, Al Ministro degli Interni, All'Amabsciata d'Italia in Venezuela, Al Console Generale d'Italia in Venezuela, Ai partiti politici, Ansa, RAI, Mediaset, Emigrazione Notizie, Pacelink, Venceremos.it, Patriagrande.net, Gennarocarotenuto.it, organi di informazione vari.
_________________ 

Para un blog es muy importante que el lector haga el esfuerzo de clicar en los botones sociales "Me gusta", "Tweet”, “G+”, etc. que están por debajo o a lado. Gracias.

Per un blog è molto importante che il lettore faccia lo sforzo di cliccare sui tasti social "Mi piace", "Tweet", “G+”, etc. che trovate qui sotto o a lato. Grazie

No hay comentarios :

Publicar un comentario en la entrada

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...