martes, 29 de marzo de 2016

La storia degli oppressi (Marzo 1990)

Poesia di Attilio Folliero, Lucera, Marzo 1990


C'è stato un periodo della mia vita, intorno ai venti, venticinque anni, in cui ho provato a scrivere delle poesie. Ho deciso di pubblicare qualcuna di quelle poesie a titolo di curiosità



La storia degli oppressi

Secolare rabbia interiore

Immagine a lato: Spartaco opera di Vincenzo Vela
________________

lunes, 28 de marzo de 2016

Il rito del caffè a Casalbertone (Febbraio 1990)

Poesia di Attilio Folliero, Roma, Febbraio 1990


C'è stato un periodo della mia vita, intorno ai venti, venticinque anni, in cui ho provato a scrivere delle poesie. Ho deciso di pubblicare qualcuna di quelle poesie a titolo di curiosità. 

Il rito del caffè a Casalbertone

(Agli studenti fuorisede, in particolare a quelli che vissero alla Casa dello Studente di Casalbertone, a Roma, nel periodo in cui a mensa davano tre scatolette di tonno)

E' nuovo? Venga!
Venga anche lei
ad affogar tristezze
nella tazza di caffè.

domingo, 27 de marzo de 2016

Guernica (Settembre 1988)

Poesia di Attilio Folliero, Madrid, Settembre 1988
Prima pubblicazione in "Ilfilorosso", maggio 1999, Pag. 7


C'è stato un periodo della mia vita, intorno ai venti, venticinque anni, in cui ho provato a scrivere delle poesie. Ho deciso di pubblicare qualcuna di quelle poesie a titolo di curiosità

Di seguito "Guernica" in italiano e spagnolo.

viernes, 25 de marzo de 2016

Comité de Víctimas de la Guarimba en Venezuela

Attilio Folliero, Caracas 25/03/2016




Invito a vistar y seguir la Cuenta Oficial del Comité de Víctimas de la Guarimba y el Golpe Continuado, una ONG integrada por víctimas y familiares de víctimas de los sucesos 2013 y 2014.

Esta la cuenta: @VictimaGuarimba

Argentina dopo Macri: Barack Obama il giorno dell’inizio del golpe più sanguinario della storia argentina inaugura un nuovo golpe liberista


Come ha scritto ieri Claudio Tognonato su il Manifesto, «il premio Nobel per la Pace Barack Obama arriva insieme a un esercito di 500 imprenditori» e calpesta il Parco della Memoria di Buenos Aires dedicato ai desaparecidos nonostante che las Madres e las abuela de Plaza de Mayo e centinaia di intellettuali argentini avessero scritto al presidente USA di evitare la visita il giorno in cui 40anni fa iniziava, sotto copertura della CIA, il golpe più sanguinario della storia argentina.

The Murder of Chávez. The CIA and DEA Cover Their Tracks

Nil Nikandrov, Strategic Culture, 14/03/2016

The journalist Eva Golinger (US – Venezuela) has repeatedly questioned the suspicious circumstances surrounding the death of Venezuelan President Hugo Chávez. The website aporrea.org quotes her statement: «Everything that Washington was trying to achieve during the administration of Hugo Chávez is today being realized in his absence. The cancerous illness from which Chávez suffered was unusually aggressive and suspicious, and every day turns up more evidence that it is possible Chávez was murdered».

¿Chávez asesinado por su asistente personal? EE.UU. trata de cubrir sus huellas en el caso

Fuente: Russia Today, 20/03/2016

Vease tambien:

Actualmente el exguardia de Chávez se encuentra en EE.UU. bajo protección federal y da testimonios en una amplia gama de temas que implican a varias figuras del Gobierno venezolano.

La abogada, escritora e investigadora Eva Golinger ha cuestionado repetidamente las circunstancias sospechosas que rodean la muerte del expresidente de Venezuela, Hugo Chávez. "La enfermedad cancerosa de la que Chávez sufrió fue inusualmente agresiva y sospechosa, y cada día se convierte más en una evidencia de que es posible que Chávez fue asesinado", escribe Golinger en su blog para RT. "Todo lo que Washington estaba tratando de lograr durante el gobierno de Hugo Chávez hoy en día se está realizado en su ausencia", añade, refiriéndose a los posibles autores de la muerte del líder bolivariano.

Romper el silencio: Una guerra mundial ya ha comenzado

Fuente: Russia Today, 24/03/2016


El famoso periodista John Pilger analiza las actuales amenazas para la paz en el mundo, hablando del peligro que representan las armas nucleares y el silencio mediático.

"¿Cuántas personas son conscientes de que una guerra mundial ha comenzado?", escribe es su sitio web el famoso reportero australiano John Pilger. "En la actualidad, es una guerra de propaganda, de mentira y distracción, pero esto puede cambiar instantáneamente con la primera orden equivocada, con el primer misil", sostiene.

IL SUPER-SFRUTTAMENTO OGGI: “IMPERIALISMO NEL 21° SECOLO”, DI JOHN SMITH

Michael Roberts, Inventati, 24/03/2016

Vedasi anche: recensione di “IMPERIALISMO NEL 21° SECOLO” di John Smith (in Inglese)

Il libro di John Smith è un potente e bruciante atto d’accusa dello sfruttamento di miliardi di persone in quello che veniva chiamato Terzo Mondo e che ora da parte dell’economia principale vengono denominate come economie “emergenti” o “in via di sviluppo” (e che da Smith viene chiamato “il Sud”). Ma il libro è molto, molto più di questo. Dopo anni di ricerche che includono anche una tesi di dottorato, John ha dato un importante ed originale contributo alla nostra comprensione del moderno imperialismo, sia a livello teorico che empirico. In tal senso il suo libro “Imperialismo” è un complemento a “THE CITY” di Tony Norfield, già recensito qui – o potrei anche dire che è il libro di Tony ad essere un complemento di quello di John Smith. Mentre il libro di Tony Norfield mostra lo sviluppo del capitale finanziario nei moderni paesi imperialisti ed il dominio di potere finanziario del “Nord” (Stati Uniti e Gran Bretagna, ecc.), John Smith mostra come sia il “super-sfruttamento” dei lavoratori salariati nel “Sud” ad essere la base del moderno imperialismo nel 21° secolo.

jueves, 24 de marzo de 2016

ENRICO CALAMAI, EL CONSUL ITALIANO QUE SALVO LA VIDA A DECENAS DE ARGENTINOS

Alejandra Dandan, Diario Página 12, 24/04/2006


“Los militares habían dicho que no reconocerían el asilo político”. Enrico Calamai estuvo en Buenos Aires entre 1972 y 1977. Pese a la presión de su propia Cancillería, refugió a decenas de perseguidos por la dictadura, les entregó pasaportes y pasajes de avión para escapar a Roma. Hace pocas semanas fue condecorado por el gobierno argentino.

Entrevista a Enrico Calamai

–Usted llegó en 1972. ¿Qué es lo que conocía de la Argentina?

Argentina: 40 años entre una y otra dictadura

Carlos Aznárez, Resumen Latinoamericano, 23 de marzo 2016




El golpe cívico-militar-empresarial-religioso-mediático gestado por la oligarquía, con importante apoyo de los Estados Unidos fue coronado en marzo de 1976 pero venía siendo gestado desde mucho tiempo atrás, en función de los desvaríos y las complicidades del gobierno de Isabel Perón y José López Rega en primera instancia, y luego de la estrecha relación entre la viuda de Perón y sus secuaces (Italo Luder, por ejemplo) con los sectores más reaccionarios de la cúpula militar. En realidad, todo se había hecho mal desde que Perón decidió dar por terminada -brutalmente para los sectores más combativos del peronismo- la llamada “primavera camporista” que sólo duró un par de meses, y que despertó esperanzas para quienes durante 17 años habían aguantado a pie de calle, de cárcel, de tortura y hasta de desaparición (recordar al obrero metalúrgico Felipe Vallese), lo que se dio en llamar la “primera resistencia”, y posteriormente “la segunda” con fecha inicial en la gesta del “Aramburazo”.

Argentina: A 40 años del golpe genocida del 24 de Marzo de 1976

Bernardo Alberte, Resumen Latinoamericano, 17 de Marzo 2016




Con la llegada de Macri al gobierno se ha abierto una nueva etapa política en la Argentina. El poder económico local asociado al imperialismo se han hecho dueños de los principales cargos ejecutivos del Estado y nuevamente impulsan políticas neoliberales que tanto sufrimiento le han ocasionado  a nuestro pueblo en décadas anteriores, despidos masivos, quita de retenciones a los sectores del campo y a la minería, aumento de los servicios públicos, endeudamiento con los organismos internacionales de crédito para pagarles a los buitres son parte de la política económica y social del gobierno macrista, a todas luces una descarada transferencia de recursos hacia los grupos concentrados de poder.

Di notte, la morte (Marzo 1987)

Poesia di Attilio Folliero (Marzo 1987)
Prima pubblicazione 06/04/2010

C'è stato un periodo della mia vita, intorno ai vent'anni, in cui ho provato a scrivere delle poesie. Ho deciso di pubblicare qualcuna di quelle poesie a titolo di curiosità

Vedasi: Poesie di Attilio Folliero


E' notte.

Nel letto, 
muoio

Penso

Stragi di Bruxelles: registi, aiuto registi, attori e comparse

Stefano Zecchinelli, L'interferenza, 22/03/2015

La capitale belga, Bruxelles, è nuovamente sotto attacco terroristico. Alle otto del mattino, un kamikaze si è fatto esplodere all’aeroporto internazionale Zaventem, mentre, un’ora dopo, sono scoppiati degli ordigni in metropolitana tra le fermate di Maelbeek e Schuman, nei pressi delle istituzioni comunitarie. I media locali, dopo le ore 13, hanno riferito che il bilancio è di 34 morti (1).

L’attentato è stato rivendicato da Daesh, mentre – sempre a Bruxelles – pochi giorni fa è stato arrestato Salah Abdeslam, ultimo degli attentatori parigini, il quale, fra lo stupore dei servizi d’intelligence, s’era trasferito a 300 metri dalla sua precedente abitazione: “Salah è rimasto tra noi per mesi, attraversando indisturbato le frontiere”, commenta Alberto Negri con un interessante articolo scritto, a caldo, subito dopo la diffusione della notizia (2).

Brasile: prove generali di destabilizzazione?

Stefano Zecchinelli, Osservatorio Anticapitalista, 23/03/2016

La situazione brasiliana – a seguito delle ultime mobilitazioni – diventa sempre più tesa e difficile da analizzare. I media internazionali puntano il dito contro il PT – Partito dei lavoratori – occultando il sostegno che la presidentessa Dilma Roussef ed il fondatore del partito, Luiz Ignacio Lula, sono riusciti comunque a mantenere: il risvolto ‘’giustizialista’’ non interessa molto ai lavoratori brasiliani ( o almeno ad una parte rilevante di essi ) i quali, a quanto pare, resterebbero fedeli al PT, in virtù della sua pur modesta politica riformista attuata in questi anni. Una frattura certamente esiste ma non nei termini descritti dai media europei.

Belgio: Esplodono bombe nella capitale della NATO

Tito Pulsinelli, Selvas, 24/03/2016

Le bombe esplose a Bruxelles, vale a dire nella capitale della NATO,  stanno a dimostrare che non è in grado di garantire la sicurezza né al Belgio né agli europei. "Più Europa" grida all'unisono il ceto politico atlantista. Sempre in ritardo di una guerra, e incurante di coadiuvare e finanziare bellicismi programmati dal tribalismo finanziario, e coordinati dal braccio militare dell'asse Washington-Tel Aviv. Paradosso di finanziare e intrupparsi in tutte le guerre non-convenzionali e poi dover subire l'assorbimento forzato di masse di profughi. Vittime pianificate a cui anglosassoni e derivati, petromonarchie e Israele sbarrano la porta della loro casa.

sábado, 19 de marzo de 2016

Venezuela: Día del Niño Indígena

Attilio Folliero y Cecilia Laya, Caracas 18/03/2016


El 18 de marzo se celebra en Venezuela el “Día nacional del niño indígena”.

Esta celebración se inició hace 35 años cuando en el Municipio Guajira del Estado Zulia, se celebró el Día del Niño Wayúu. En seguida esta conmemoracion fue extendiéndose por todo el territorio del país hasta convertirse en el actual "Día nacional del niño indígena".

Recordamos que la Constitución de la República Bolivariana de Venezuela dedica un capítulo exclusivo a los derechos de los pueblos indígenas, reconociendo por primera vez en la historia el carácter multiétnico y pluricultural del país y abriendo un espacio de participación política indígena a nivel nacional, estatal y municipal. Además se creó el Ministerio para los Pueblos Indígenas y para el desarrollo de las comunidades indígenas se dictaron normas como la Ley del Artesano y Artesana, la del Patrimonio Cultural de los Pueblos y Comunidades y la Ley de Idiomas Indígenas. Conjuntamente la Constitución promueve el derecho a una educación intercultural bilingue. Vease en seguida el video con las palabras de Hugo Chavez.

La ragnatela di incontri tra neoliberisti cristiani serve alla restaurazione del Sacro Romano Impero

Gian Carlo Zanon, I Giorni e le Notti, 01/03/2016


Altri articoli di Gian Carlo Zanon

Nota: Aggiungiamo l'incontro a Cuba tra Raul Castro e Barack Obama, massimo rappresentante del neoliberismo e delle multinazionali lanciate alla conquista di Cuba (AF)

Stiamo assistendo da qualche giorno ad uno strano intreccio di incontri tra gli esponenti del sistema cristiano-liberista globale che, visti nella loro infausta organicità, non lasciano presagire nulla di buono.

Barak Obama, Valadimir Putin, Christine Lagarde, Mauricio Macri, Jorge Mario Bergoglio, Raul Castro, Vladimir Michailovič Gundyaev (al secolo Pope Kiril), Matteo Renzi, ecc. ecc. ovvero gli alfieri della filiera cristiano-neoliberista si sono incontrati tra loro o sono in procinto di farlo.

Giravolte religiose: da Teologia della Liberazione a Teologia della consolazione

Giulia De Baudi, I giorni e le notti, 19/03/2016

Vedasi: 

Ci dev’essere qualcosa nel pensiero dei religiosi, chessò, un istinto, una pulsione, una compulsione, che li esime dalla coerenza comportamentale e dall’unità ontologica. Per questi tizi timorati di dio la duplicità, l’incoerenza, la scissione tra pensiero cosciente, prassi di vita e realtà interiore è la norma.

Anni fa dovetti uscire dalla redazione di un giornale – che si definiva laico anche nel titolo –  perché paragonavo i cosiddetti preti “controcorrente” a Starsky & Hutch, gli eroi della fortunata serie televisiva giunta sui nostri schermi alla fine degli anni ’70: poliziotto cattivo e poliziotto buono, in mezzo quello che va fottuto ad ogni costo.

Caos en Oriente Medio. La Europa de Schengen en crisis

El Internacionalismo/Lotta comunista, Enero 2016

Karl Marx formuló con Friedrich Engels su concepción de la estrategia revolucionaria en el Ochocientos del ascenso burgués, combinando el análisis científico del movimiento de las clases con la de la dinámica de los Estados. El desarrollo capitalista, en sus efectos sociales y políticos, creaba un moderno proletariado pero que también empujaba a la burguesía a darse los instrumentos del Estado nacional, y determinaba una dinámica de la balanza de potencia específica. No sólo las crisis, sino también las guerras del sistema de Estados europeos eran las líneas de falla en las cuales podía introducirse la acción revolucionaria.

viernes, 18 de marzo de 2016

¿Estaría Osama Bin Laden vivo y viviendo en Bahamas?

Percy Francisco Alvarado Godoy, Descubriendo verdades, 18/03/2016

El exempleado de la Agencia Central de Inteligencia estadunidense (CIA) Edward Snowden, quien ha revelado información confidencial de su propio gobierno, acaba de anunciar que cuenta con pruebas para demostrar que Osama Bin Laden sigue con vida. “Tengo pruebas contundentes que muestran que Bin Laden aún está recibiendo dinero de la CIA, de hecho él recibe más de 100 mil dólares mensuales que son trasferidos a su cuenta bancaria personal en Nassau, Bahamas, reveló Snowden en una entrevista exclusiva con el semanario Moscow Tribune, así se divulgo por diversos portales, entre ellos el de Wall Street Italia.

jueves, 17 de marzo de 2016

"L’orgia parigina ovvero Parigi si ripopola” di Arthur Rimbaud (In ricordo del 145° anniversario della Comune di Parigi)

Scintilla Onlus, 17/03/2016

Nel 145° anniversario della Comune di Parigi (18 marzo 1871), primo governo rivoluzionario della classe operaia vi proponiamo in allegato la poesia di Arthur Rimbaud “L’orgia parigina ovvero Parigi si ripopola”.

Questa magnifica poesia del maggio 1871 fa parte del trittico di Rimbaud consacrato alla Comune, insieme con “Le mani di Jeanne-Marie” e “Canto di guerra parigino”. Il poeta descrive il ritorno dei versagliesi e della marcia borghesia parigina dopo la feroce repressione dei comunardi. Ma la poesia è anche un inno commosso in onore della Comune vinta ma non morta, ed anzi preparatoria di lotte future.

miércoles, 16 de marzo de 2016

Pianto antico di Giosuè Carducci (1871)

Attilio Folliero, Caracas 16/03/2016

Altre poesie pubblicate in questo blog

La poesia "Pianto antico" è stata scritta da Carducci nel giugno del 1871 in ricordo del figlio Dante, morto prematuramente all'età di soli 3 anni.

Il titolo sta ad indicare che altri padri, nella storia dell'umanità, hanno pianto come il poeta, per la morte dei figli; il suo è dunque un pianto antico.

Il Carducci in una precedente poesia, Funere mersit acerboaveva immaginato suo figlio smarrito nel regno dei morti; in questa poesia, invece lo vede e lo piange nella fredda oscurità del sepolcro, senza il conforto della luce e dell’amore del padre, mentre nell'orto la pianta del melograno, che il bambino amava, sta rifiorendo, sta tornando alla vita.

lunes, 14 de marzo de 2016

Venezuela: De la “salida” al “golpe constitucional” hacia la “guerra civil”

Miguel Ángel del Pozo, 14/03/2016

José Vicente Rangel Vale –JVR-, en su acostumbrado programa dominical: “José Vicente hoy” (Televen, 13-Marzo-2016), comenzó con su acostumbrada introducción llamándonos la atención sobre la real realidad actual por la cual está atravesando, en inevitable escenario, la Patria, Venezuela, que a nos, nos pareció, que podría estar induciéndonos, esa realidad, hacía un serio caminar hacia una inevitable y muy seria confrontación con serios visos de convertirse en un auténtico “bloodshed” (“escenarios sangrientos”) de la sociedad venezolana sin importar la presencia de “tirios y troyanos”.

sábado, 12 de marzo de 2016

Vile omicidio della pacifista Berta Cáceres in Honduras

Jean Georges Almendras, Antimafia Duemila, 11/03/2016

Chi era Berta Cáceres? Cosa faceva per meritarsi la morte? Si chiedono sicuramente gli europei, ma forse anche i sudamericani si fanno le stesse domande.

Gli honduregni, invece, sanno molto bene chi era Berta Cáceres. E hanno chiara la risposta sul perché della sua morte: l’hanno uccisa per le sue lotte. Per cosa lottava? Contro chi? Perché?

MILLONES

Texto y fotos Luis Britto García, 12/03/2016
Fonte: http://luisbrittogarcia.blogspot.com/2016/03/millones.html


Treinta millones de vidas
Treinta millones de sonrisas
Treinta millones de almas
Treinta millones de sueños
Treinta millones de flores
Treinta millones de infancias
Treinta millones de amores
Treinta millones de alientos
Treinta millones de abecedarios
Treinta millones de lápices de colores

Comincia con la G... uno dei più grandi crimini ...

Enzo Apicella, 11/03/2016 - #EnzoApicella

Vedasi anche:

- Altre opere di Enzo Apicella nel mio Blog
- Sito di Enzo Apicella

viernes, 11 de marzo de 2016

¡Área 6 a la vista!: Google filtra una foto de la base ultrasecreta cuya existencia negaba EEUU

Fuente: VTV, 06/03/2016

Aconsejamos ver tambien articulo y video de Vicente Fuente "Area 6: increíbles fotografías descubren sus secretos" del 11/03/2016 (al final).

Caracas, 7 de marzo de 2016.- El Área 6 se encuentra ubicada en la cadena montañosa Yucca Mountain, y es parte del emplazamiento de pruebas de Nevada, donde entre 1945 y 1992 se llevaron a cabo 1.000 pruebas nucleares.

Sul Sahara Occidentale spirano venti di guerra

Francesco Cecchini, Pressenza, 11/03/2016

La notte del 26 febbraio 1976 la Spagna abbandonò definitivamente il Sahara Occidentale. Il giorno dopo, il 27 febbraio, il Fronte Polisario proclamò la Repubblica araba democratica saharawi (Rasd). La reazione del Marocco fu subito violenta fino ad usare, a un certo punto, bombe al napalm, ma non riuscì a spegnere la resistenza, anche armata, del popolo saharawi. 

Il Fronte del Polisario nel 1979 firmò la pace con la Mauritania che riconobbe l’indipendenza del Sahara Occidentale. Il Marocco invase allora tutto il territorio del Sahara Occidentale, costringendo all’esodo numerosi combattenti e famiglie sahrawi. Nel 1991, dopo anni di scontri armati, vi fu un accordo per la pace con il cessate il fuoco e l’ONU inviò in missione una delegazione (MINURSO) col compito di vigilare sulla tregua e organizzare un previsto (e mai tenuto) referendum di autodeterminazione (indipendenza o autonomia). Ad oggi l’intesa non è ancora stata raggiunta. Il nodo rimane il referendum su cui ancora non esiste un punto di incontro tra Marocco e Fronte Polisario.

jueves, 10 de marzo de 2016

Chiesa e capitale pianificano la sterilità programmata nelle prossime generazioni

Sergio Martella, L'Interferenza, 10/03/2016

Vedasi anche:

Il modello di “sacra famiglia” proposto dalla chiesa è senza padre, senza madre, senza sesso, e il figlio nasce per immacolata fecondazione. Nulla di più compatibile con le coppie di fatto. Nulla di più incompatibile con la coppia genitoriale. Impossibile negarlo!

Si aggiunga poi che la gran parte dei preti è omosessuale (e di certo non a caso!), mentre nella restante parte molti sono i pedofili; si ha ben chiaro quindi il carattere perverso dell’intera campagna di medicalizzazione sulla riproduzione umana sostenuta da tutti gli enti mediatici e politici del creazionismo imperialista, il quale affida proprio alla chiesa (sic!) il falso compito di gestire l’opinione pubblica che si oppone ai programmi di medicalizzazione dell’utero e di abolizione delle differenze sessuali.

Goodbye Bobby Sands

Fonte: Stefano Zecchinelli, 10/03/2016

Booby Sands in Wikipedia

This is the full album version of the song Goodbye Bobby Sands, which can be purchased from Mark's myspace site at www.myspace.com/markryan2006


Bobby Sands

Perduto amor di Franco Battiato

Caracas, 10/03/2016


miércoles, 9 de marzo de 2016

Il sapere di Socrate, il primo martire del libero pensiero.

Mirco Mariucci, Utopia Razionale, 29/02/2016

Non è soltanto la religione ad avere i suoi martiri, ma anche la filosofia. Socrate, infatti, può essere considerato il primo martire del libero pensiero.

E non stiamo parlando di un perfetto sconosciuto, bensì di uno tra i più noti esponenti della tradizione filosofica occidentale.

Per comprendere quali furono gli insegnamenti di questo grande filosofo, e perché fu condannato a morte, cercheremo di ripercorrere brevemente la sua vita fino al momento in cui la cicuta affidò alla storia la grandezza del suo pensiero.

Arabia Saudita: la pena di morte non risparmia nemmeno i bambini

Federica Albano, Il Faro Sul Mondo, 08/03/2016 - Via IRIB



RIAD - L’Arabia Saudita e la pena di morte che non risparmia nemmeno i bambini L’Arabia Saudita non ha mai sdegnato il ricorso alla pena di morte, solo nel 2015 sono state 153 le condanne alla pena capitale, ma quello che è emerso dall’ultimo rapporto di European Saudi Organization for Human Rights (Esohr) è sconcertante.

I dati 55 condanne in via di esecuzione nei prossimi mesi, un sesto di loro meno che ventenne, molti arrestati quando erano ancora minorenni. I numeri parlano chiaro: in Arabia Saudita sarà una mattanza. Buona parte degli arresti sono stati ufficializzati come logica conseguenza di indagini anti-droga ma il numero di condannati si è impennato dopo le manifestazioni contrarie al regime.

martes, 8 de marzo de 2016

Marte: il rover curiosity fotografa un probabile corpo di un alieno (Foto e video)

Fonte: Segni dal cielo, 08/03/2016

Vedasi anche:

Il pianeta rosso continua a mostrarci delle immagini davvero straordinarie e affascinanti, come quest’ultima registrata nei mesi scorsi dal Rover Curiosity che continua a mappare la superficie del Pianeta Rosso.

L’immagine che è stata elaborata e presentata in video di You Tube, sta facendo impazzire gli appassionati di UFO e Alieni ed è stata scaricata dal sito della NASA (link). Di sicuro, anche questo video aprirà sicuramente un grandissimo dibattito tra esperti ufologi, ricercatori indipendenti e scettici.

La farsa dell’8 marzo

Fabrizio Marchi, L'Interferenza, 07/03/2016

Da molto tempo la festa dell’8 marzo è diventata come il Natale (anzi, peggio), ricorrenza religiosa ridotta per lo più a kermesse consumistica. La sola differenza fra le due consiste nel fatto che a Natale si compra il panettone mentre l’8 marzo si comprano le mimose.  Altro non c’è.

Anzi c’è. Il 25 dicembre di duemilasedici anni fa pare che sia nato Gesù Cristo ma non ne siamo sicuri. Mentre,  e a quanto pare ormai ne siamo certi, per lo meno stando alle ricerche di  due storiche femministe, Tilde Capomazza e Marisa Ombra (a cui tributiamo onore e rispetto perché non è da tutti/e un simile tasso di onestà intellettuale) che hanno scritto un libro dal titolo “Storie, miti e riti della giornata internazionale della donna” (nuova edizione Jacobelli), sembra proprio che la ricorrenza dell’8 marzo, data scelta per la Festa internazionale della Donna, sia stata costruita su una bufala, su un falso storico.

domingo, 6 de marzo de 2016

Brasile: provocatorio sequestro e interrogatorio di Lula

Tito Pulsinelli, Selvas, 05/03/2016

Attacco frontale del  "neo-pinochetismo" contro il post-neoliberismo reale sudamericano.

Obama conferma che il Venezuela è sempre una "minaccia grave ed eccezionale"

L'attacco frontale ha scalato a un livello di aggressività massima contro quei Paesi sudamericani che hanno sfidato l'asse storico dominante. E' una manovra a largo raggio continentale per atomizzare quelli che sfidano il tribalismo finanziario e la loro  restaurazione neocoloniale. 

All'ex presidente brasiliano Lula da Silva è stato perquisito il domicilio, con modi aggressivi e provocatori contro i familiari e le persone lì presenti. Lula è stato prelevato e condotto in tribunale in stato di fermo, per rispondere ai quesiti di un giudice motivato da chiare finalità politiche, più che giudiziarie (Vedasi video sottostante)

sábado, 5 de marzo de 2016

Scie chimiche (Chemtrails)

Gregg Prescott, In5D 04/03/2016 - In Italiano Blog di Universo, 05/03/2016

Gregg Prescott, un autore ed editore a In5d.com ha rivcevuto un messaggio privato intrigante da qualcuno su Facebook.

Questo è il messaggio: “Ciao Gregg, seguo il vostro sito in5d tutti i giorni e sono contento che ci siano persone di buone intenzioni come te che sono a conoscenza di cose globali di cui io sono a conoscenza da quando ero una bambina. Mi sono imbattuta in alcune foto da una fonte attendibile della parte interna degli aerei che vengono utilizzati per le scie chimiche e ho pensato che se le avessi passate a voi, sarebbe stato un contributo per la diffusione di una maggiore consapevolezza sul tuo sito web. Fatemi sapere se questo è ok con voi. Grazie.”

Homenaje a Hugo Chavez a tres años de su muerte: El regreso del amigo


05/03/2013 - 05/03/2016: 3 años  sin Hugo Chávez. 

En Homenaje a Hugo Chávez la canción "El regreso del amigo" cantada por Raul Torres y Amaranta. Esta emotiva canción fue presentada por Fidel Castro, que de hecho la dio a conocer al mundo.



miércoles, 2 de marzo de 2016

Questo è Marte 2016 (Video)

Fonte: Disclose.tv, 02/03/2016

Vedasi altri articoli su Marte

Marte: cieli azzurri, acqua che scorre, aurore, campi magnetici, batteri e tracce di una antica civiltà. Questo è Marte!

L'acqua su Marte è abbondante, molto più abbondante di quello che vogliono farci credere, con tantissimi laghi e le prove sono nelle numerose immagini diffuse dala stessa NASA nel corso degli anni (Vedasi, ad esempio videoprogramma di Jose Luis Camacho "Marte è come la terra. La prova definitiva").


martes, 1 de marzo de 2016

Corteo internazionalista a Foggia

EMILIANO E MARTINA: IL VOSTRO MADE IN ITALY E’ SPORCO DEL NOSTRO SANGUE! 29 FEBBRAIO A FOGGIA



Il 29 febbraio a Foggia si è aperto lo sciopero sociale europeo. Un corteo di lavoratori delle campagne, insieme ad altri braccianti da Rosarno, alla comunità pakistana di Foggia, a una rappresentanza delle realtà studentesche del territorio, ai facchini di Parma e Bologna, ai migranti dell’Ex Set di Bari, e a gruppi di solidali da diverse città è partito dalla Villa Comunale di Foggia per raggiungere la facoltà di Economia dove si teneva l’inaugurazione dell’anno accademico, alla presenza annunciata del ministro dell’agricoltura Martina e del presidente della Regione Puglia Emiliano. Una mobilitazione che ha visto la partecipazione di più di trecento persone, e ha intrecciato le lotte al di là di settori e categorie, portando in piazza rivendicazioni generali per tutti e tutte.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...