sábado, 29 de mayo de 2010

Obama and the west countries

Attilio Folliero, Caracas 24/05/2010 - En English 29/05/2010 by Indymedia

Articolo in italiano

Western states obliged to help the United States! The U.S. public debt scary, almost 13 trillion dollars, which will add tens of trillions of dollars in other obligations. A portion of U.S. public debt is financed by foreign states, by buying U.S. Treasury bonds. At the end of March 2010, the foreign countries holding U.S. bonds totaling 3884.60 billons dollars, according to the latest data published last May 17.

Obama and the west countries

Western states obliged to help the United States! The U.S. public debt scary, almost 13 trillion dollars, which will add tens of trillions of dollars in other obligations. A portion of U.S. public debt is financed by foreign states, by buying U.S. Treasury bonds.

USA & Unione Europea: il più pulito ha la rogna (Tito Pulsinelli conversa con Attilio Folliero)

Tito Pulsinelli, Selvas, 29/05/2010

Debito USA aumenta di mille miliardi ogni sei mesi. Triplicata la quantità di dollari circolanti. 80mila soldati svolgeranno funzioni di polizia. EuroNATO guarda sempre e solo ad ovest. A Berlino no. Conversazione con Attilio Folliero

Ieri, i governi –sull’esempio luminoso degli Stati Uniti- destinarono i fondi pubblici e i beni dell’erario per finanziare la grande banca privata, e fecero la respirazione bocca a bocca alle élites finanziarie. Premiate per le predazioni contro le nazioni e le genti del mondo. Ai più voraci più finanziamenti, più grande era la bancarotta maggiore il sussidio statale elargito. Accantonarono così il loro dogma preferito: divieto di intromissione degli Stati nell’economia.

Oggi, la dirigenza politica si autoriduce del 5% le obese prebende che si autoassegnarono per l'incapacità e impotenza di fronte alla bancarotta, cioè legittimazione del salasso dei salari e delle pensioni. Sempre meschini, credono di cavarsela a buon mercato. In Romania hanno tagliato del 15% i salari, aumentato l’IVA e minimizzato la spesa sociale governativa.

miércoles, 26 de mayo de 2010

Do ut des (dançando à beira do precipício)

Attilio Folliero, Caracas 24/05/2010 - Tradotto in portoghese da Informação Incorrecta


Para poder ampliar a própria dívida pública até valores nunca alcançados antes (e, ao mesmo tempo, afirmar que as coisas estão no bom caminho) é preciso emitir Títulos de Estado.

A seguir é preciso que alguém compre estes títulos.

Mas se ninguém quer comprar?

Se o vosso nome é Estados Unidos de América isso não é um problema.

No caso persistam ainda algumas dúvidas, O Sitio de Atilio Folliero explica como fazer: 

Os Estados ocidentais obrigados a ajudar os Estados Unidos! Os EUA têm uma dívida pública assustadora, cerca de 13 trilhões de dólares, aos quais podemos adicionar dezenas de trilhões de dólares em outras obrigações. Uma porção de dívida pública americana é financiada por Estados estrangeiros, através da compra de Títulos do Tesouro EUA.

lunes, 24 de mayo de 2010

オバマ氏はウェストを呼び出して応答

Attilio Folliero, Caracas 24/05/2010 - In Giapponese by Indymedia


オバマ氏はウェストを呼び出して応答 

西側諸国は、米国を支援する義務が!米国の公的債務怖い、その他の義務ドルの数十兆が追加されますほぼ13兆ドル。米国の公的債務の一部は、外国の州で、米債を購入して賄われている。

2010年3月末では、外国では、最新のデータは昨年5月 17日(公開されてによると、米国債を3884.60ドルを限度と保持1).

この金額は、2008年12月終わり 3071年後に3689、今年の第1四半期の終わり - と見られて - 3884ものの図が着実に増えている。

Obama llama, el Occidente responde (Los países occidentales al servicio de Estados Unidos)

Attilio Folliero, Caracas 24/05/2010 - Traducción al español Cecilia Laya

Uno de los articulos de Attilio Folliero mas reproducido y traducido. Vease: En italianoEn portuguesEn InglesEn Frances; En Japones.

¡Los países occidentales están obligados a financiar la deuda pública de los Estados Unidos! Esta deuda pública asciende alrededor de 13 billones de dólares, a la cual hay que agregar decenas de billones de dólares en obligaciones varias. 

Una porción de la deuda pública de EE.UU. es financiada por Estados extranjeros, mediante la compra de bonos del Tesoro de los Estados Unidos. Hay que recordar que a finales de marzo de 2010, los países extranjeros tenían bonos de la deuda pública de los EE.UU. por un total de 3.884,60 billones de dólares, cifras registradas en los últimos datos publicados el pasado mayo 17 (1). Cifra que va en constante aumento: a finales de diciembre de 2008 era 3.071 billones, un año más tarde se ubica en 3.689 billones y al final del primer trimestre del año 2010 pasa a 3.884 billones de dólares.

Obama chiama, l’occidente risponde

Attilio Folliero, Caracas 24/05/2010

Il seguente articolo è uno dei più letti di Attilio Folliero. Tradotto in varie lingue (Portoghesespagnolo, inglese, francese e giapponese) è stato ripreso e pubblicato da centinaia di siti web e blog, tra i quali citiamo: "Nexus"; "Altra Informazione"; "Caffe degli economisti invisibili", "Agoravox", "Il pane e le rose", "Sequenza profetica", "Emigrazione notizie", "Bella Ciao", "Voci dalla strada", "Come Don Chisciotte"; "Maximo kinast"; "Selvas".

Gli stati occidentali obbligati ad aiutare gli Stati Uniti! Gli Stati Uniti hanno un debito pubblico spaventoso, praticamente 13.000 miliardi di dollari, ai quali si aggiungono decine di migliaia di miliardi di dollari in altre obbligazioni. Una parte del debito pubblico statunitense è finanziato dagli stati esteri, mediante l’acquisto di titoli di stato del tesoro Usa.

Alla fine di marzo del 2010, gli stati esteri detengono titoli di stato USA per un importo totale di 3.884,60 miliardi di dollari, secondo l’ultimo dato pubblicato lo scorso 17 maggio (1).

Il dato è in continuo aumento, se è vero che tale importa ammontava a 3.071 miliardi a fine dicembre 2008; un anno dopo era 3.689 ed alla fine del primo trimestre di quest’anno è – come visto – 3.884 miliardi.

domingo, 16 de mayo de 2010

La crisi bussa alla porta inglese

Attilio Folliero, Caracas 16/05/2010

Prima pubblicazione in Selvas Blog

Mappa coloniale inglese
In questi ultimi mesi c’e stato un grande affanno per cercare di salvare la piccola Grecia. Cosa succederà quando si dovrà tentare di salvare non un piccolo paese di circa 11 milioni di abitanti come la Grecia, ma un grande paese di sessanta milioni di abitanti e oltre come il Regno Unito o l’Italia?


Tutto sembra indicare che il prossimo paese ad essere colpito da una grave crisi del debito sarà proprio il Regno Unito. Ma sullo sfondo già si intravede la grave crisi che sta per abbattersi sul più grande paese capitalista del mondo, ovvero gli USA. Se per trovare i 110 miliardi necessari a salvare la piccola Grecia si è dovuta muovere praticamente l’intera Europa, cosa succederà quando sarà necessario trovare somme di denaro dell’ordine delle migliaia di miliardi?

Egitto: forti proteste popolari e un parlamentare chiede che la polizia spari sulla folla

Attilio Folliero, Caracas, 16/05/2010

In Egitto il salario minimo, per il settore privato, venne fissato nel 1984 a 6,50 dollari al mese e da allora non è mai stato aumentato. Per il settore pubblico, il salario minimo grazie ad incentivi vari è equivalente a circa 53 dollari al mese. Il salario minimo in Egitto è equivalente al 13% del reddito nazionale pro capite, contro il 26% della Spagna, il 51% della Francia, il 78% della Turchia. In sostanza è basso sia in valore assoluto, che in termini relativi rispetto al reddito medio.

In questi giorni in Egitto si assiste a grandi manifestazioni popolari per chiedere che il salario minimo sia portato almeno al 25% del reddito nazionale pro capite.

Le proteste di questi lavoratori, che vivono in meseria, sono sempre più frequenti e sempre più spesso si tratta di manifestazioni spontanee non autorizzate e la politzia interviene a disperdere i manifestanti con gli idranti. Un parlamentare, tale  Hassan al-Nashaat Qasas, membro del partito al governo, ha invitato il ministro degli Interni a far sparare sui manifestanti; testualmente ha detto: "Invece di utilizzare gli idranti ed i tubi d’acqua per disperderli, la polizia dovrebbe sparare. Meritano di essere uccisi”.

lunes, 10 de mayo de 2010

Sudamerica: Venezuela seconda economia della regione

Attilio Folliero e Cecilia Laya, Caracas 10/05/2010 - Aggiornato 13/05/2010 e 21/05/2010


E’ ufficiale: nel 2009 il PIL del Venezuela ha superato quello dell’Argentina. Secondo i dati, recentemente pubblicati dal Fondo Monetario Internazionale (1), nel 2009 il PIL del Venezuela è stato di 337,30 miliardi di dollari, contro i 310,07 miliardi del PIL dell’Argentina. 

E’ la prima volta che il Venezuela supera l’Argentina ed è la prima volta che si ritrova ad essere la seconda economia dell’America del sud. Di seguito proponiamo il grafico dell'andamento del PIL dell'Argentina e del Venezuela negli ultimi 30 anni (1980-2009).

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...