viernes, 26 de agosto de 2016

Il razzismo (di Gian Luca Valentini)

Gian Luca Valentini, Habla con Gian, 26/08/2016


Robespierre
Una volta li deportavamo dalle loro terre per le piantagioni di cotone, canna da zucchero, caffè, ecc.


I negrieri bianchi li legavano in catene e gli offrivano in cambio botte e frustate con un tozzo di pane sputato da loro.

Oggi che la ricchezza è a casa loro (diamanti, ori, materie prime come il coltan e così via) le imprese multinazionali li fottono sfruttandoli e ricavandone quasi 4 miliardi di dollari come nel 2014 (dati Ocse) grazie agli Aiuti Pubblici per lo Sviluppo (di sto' cazzo!).

Noi italiani siamo, con loro, specializzati in traffico d'armi verso quell'Arabia Saudita che massacra ogni giorno lo Yemen proprio con le nostre armi.

Lo sapevano bene Ilaria Alpi e Miran Hrovatin che avevo scoperto passaggi da La Spezia verso quei paesi massacrati da guerre religiose.

L'ho saputo io quando feci un'inchiesta per un noto giornale. Andai a La Spezia per parlare con il poligono di tiro (quello che ha ricoperto la famosa collina di Pitelli con uranio impoverito, proprio quello) e la M.M. e fui preso a calci, spintonato ed attaccato da doberman.

Armi, quindi. Quelle che vendiamo ai paesi bene per massacrare i paesi male, i terroristi.oRobespierre.jpg

Terroristi.

Già, come quelli della strage a Nizza che erano nati e cresciuti in Francia, proprio come quelli dell'attentato di Parigi al Bataclan.

E i migranti dove finiscono? Dove li mettiamo?

Mi ricordo esattamente 20 anni fa quando andai in America per fare un articolo sui Nativi e, alle porte di Denver, distanti dal centro, vidi una fila di baraccopoli. Quello era il luogo dove li avevano relegati.

Magari noi li vorremmo nei rifiuti tossici o nella Eternit di Casale Monferrato. Proprio lì. Tanto sono solo corpi indifesi.

E poi la 'ndrangheta, in primis, le mafie, poi che sfruttano sulle elemosina che fanno. Già. Lo sapevate che ogni elemosinante ha il suo "pappa" che gli fotte più della metà? Sì. Me lo hanno raccontato in molti. Altrimenti li minacciano di rientro o li fanno sparire, proprio come quelli che li trasportano in barcone e che li lasciano colare a picco quasi una volta su una e mezzo.

Poi ci sono i razzisti dei 35 euro al giorno.

Spiego: questi soldi sono dati a cooperative e imprese, ma anche ad associazioni umanitarie, specie quei bastardi della Caritas che lucrano violentemente sui migranti e che hanno interesse che ne arrivino a flotte. Queste entità dovrebbero fare regolari concorsi ma poi vincono sempre i soliti che provvederanno al loro vitto ed alloggio.

I soldi vanno quindi ai proprietari delle case che lucrano fino a lasciare solo 2.50 euro al migrante che ci deve vivere.

Un'indagine da me svolta su 500 affitta appartamenti ha rilevato che il 100% sono italiani. Non mi hanno mai voluto dare nome e cognome pubblicamente. Via XX Settembre, la Maddalena, Via del Campo e tutti i vicoli di Genova brulicano di questi mascalzoni che dovrebbero subire controlli quotidiani dalle forze dell'ordine invece di picchiare i manifestanti.

In Italia ci sono quasi un milione e mezzo di poveri ma non sono tali per colpa dei migranti.

Il 18% della nostra ricchezza nazionale netta è in mano all'1% della popolazione.

Robespierre avrebbe preso questi figli di puttana, chiese in primis, ed avrebbe equidistribuito.

Quando si comincia?

Gian Luca Valentini
_________________

Para un blog es muy importante que el lector haga el esfuerzo de clicar en los botones sociales "Me gusta", "Tweet”, “G+”, etc. que están por debajo o a lado. Gracias.

Per un blog è molto importante che il lettore faccia lo sforzo di cliccare sui tasti social "Mi piace", "Tweet", “G+”, etc. che trovate qui sotto o a lato. Grazie


No hay comentarios :

Publicar un comentario en la entrada

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...