domingo, 5 de marzo de 2017

Maiali malati e maltrattati nell’allevamento del prosciutto CRUDELE di Parma. Ecco il VIDEO SHOCK (Riccardo Lautizi)


Un’indagine shock dell’associazione Essere Animali, durata sei mesi, mostra le condizioni disgustose e pietose degli animali in uno degli allevamenti italiani intensivi della Romagna che rifornisce il Prosciutto di Parma.

«Questo video ti lascerà senza parole, mostra come anche dietro ad un marchio considerato un’eccellenza del made in Italy possa nascondersi una realtà terribile di sofferenza: maiali agonizzanti, lasciati morire di stenti, atti di cannibalismo e un comportamento brutale degli operatori. Di fronte a queste immagini è importante capire che le nostre scelte sono fondamentali per aiutare questi animali.»

L’associazione non vuole attaccare direttamente il marchio ma vuole mostrare le condizioni di grande sofferenza per gli animali che non hanno alcuna giustificazione e che hanno un impatto anche sulla salute dei consumatori.

«La produzione del Prosciutto di Parma è regolamentata da un disciplinare produttivo, depositato presso l’Unione Europea e gestito da un Consorzio che riunisce allevamenti, macelli e stabilimenti di lavorazione della carne. Ma qualunque siano le certificazioni Dop e i disciplinari, se si vogliono produrre più di 8 milioni di prosciutti in un anno gli animali dovranno essere per forza rinchiusi in sistemi intensivi. Qui gli animali sono privati della possibilità di soddisfare le loro esigenze etologiche, rinchiusi in recinti sovraffollati, senza avere mai accesso ad uno spazio aperto né vedere la luce del sole.»

Così afferma il FattoQuotidiano che mostra la crudele realtà delle produzioni di largo consumo che si trovano nei supermercati. Per questo è importante, come abbiamo sempre affermato, consumare prodotti locali delle piccole aziende familiari che sono ancora legate alla tradizione, e alla produzione biologica a km 0.

Maiale lasciato morire

«Fino a quando vorremo produrre e consumare così tanta carne, gli animali dovranno essere allevati in sistemi intensivi. Sino ad allora, indipendentemente da marchi e certificazioni, gli animali saranno confinati in capannoni sovraffollati, senza la possibilità di stare all’aperto o vedere la luce del sole», sottolinea l’associazione Essere Animali.

Come vedrai nel video di seguito, che è molto forte e triste, possiamo vedere come noi consumando questi prodotti stiamo finanziando questo massacro che fa perdere di dignità l’essere umano. Qui il dibattito va oltre l’essere vegetariano o onnivoro, qui si tratta di portare rispetto alla Natura che ci ospita, di cominciare a ringraziare per il cibo che consumiamo e di svegliare l’essere umano dall’incubo del profitto senza scrupoli. In un articolo precedente Siete pazzi a mangiarlo! Il libro che ti svela il marcio nascosto nei prodotti del supermercato abbiamo mostrato proprio come le grandi aziende che riforniscono i supermercati non hanno alcun interesse a fornirci un prodotto di qualità e salutare, ma semplicemente vogliono minimizzare i costi anche se questo significa avere feci di topo, pesticidi, gamberetti gonfiati, materie prime cinesi senza alcun controllo.

Prosciutto Crudele di Parma. Ecco il video shock che ti farà passare la voglia di mangiare per sempre il prosciutto



I maiali sono animali estremamente sensibili ed intelligenti e soffrono moltissimo per queste condizioni di vita. Ammassati nel corridoio, in fin di vita, i maiali non hanno più la forza di muoversi. Il risultato sono frustrazioni sfogate sui propri simili come l’aggressività e mentre si trascinano, ridotti quasi a uno scheletro, in cerca di cibo e di acqua accadono anche atti di cannibalismo e spesso si mangiano addirittura la coda a vicenda. Problemi che chi è del settore conosce benissimo. Non a caso ai cuccioli di maiale appena nati viene tagliata la coda, cercando di evitare che mangiandosela a vicenda si sviluppino infezioni pericolose. Nonostante questa pratica crudele effettuata senza anestesia, le code sanguinanti e infette sono molto diffuse.

Il maiale è davvero un animale estremamente affettuoso e giocherellone e oggi la scienza conferma la sua spiccata intelligenza tanto che è capace di risolvere test quanto gli scimpanzé e di riconoscere il proprio nome tanto quanto i nostri cani e gatti. Eppure solo in Italia 9 milioni di maiali sono confinati in allevamenti intensivi come mostrati in questo video che abbiamo diffuso, destinati a diventare prosciutti o cotolette.

Le indagini sono durate sei mesi e sono state svolte attraverso telecamere nascoste in cui si vedono appunto animali malati, spostati dai recinti nei corridoi e abbandonati a se stessi, lasciati morire agonizzanti e, una volta cadaveri, trascinati fuori con una corda. E anche gli operatori che prendono i piccoli maialini per le zampe e li scaraventano in aria senza troppa cura.  Il Corriere nel suo articolo spiega:

«E ancora: maiali spostati in maniera violenta dagli operatori, con calci e bastoni, o sollevandoli per le zampe e scaraventandoli a terra. Molti animali feriti, principalmente alle orecchie, a causa del fenomeno del cannibalismo che può verificarsi negli allevamenti intensivi per il sovraffollamento e la mancanza di stimoli in cui sono costretti a vivere gli animali, che sfogano le frustrazioni sui propri simili. E anche – denuncia Essere Animali – l’utilizzo di mangiatoie illegali che non consentono ai maiali di potersi alimentare tutti contemporaneamente, come prevede invece la legge per evitare le aggressioni e permettere anche ai soggetti più deboli di nutrirsi.»

Per fortuna il consumo di carne in Italia come in altri paesi europei è in forte calo. Da una parte è per motivi di salute dato che specialmente gli studi scientifici mostrano un forte aumento di cancro dovuto al consumo di carne (cosa che non accade con il pesce senza mercurio e consumato moderatamente come mostrano gli studi del Dr. Longo). Dall’altra, una ragione che sempre più consumatori hanno scelto è che ormai sempre più persone hanno visto immagini come queste (come ad esempio abbiamo mostrato nell’allevamento delle mucche da latte) e si stanno indignando sul modo in cui trattiamo gli animali e non vogliono essere complici di questa sofferenza.

Per sostenere il progetto, le indagini e le denunce di Essere Animali potete effettuare una donazione sul loro sito www.prosciuttocrudele.it.

Maiale felice
________________

Para un blog es muy importante que el lector haga el esfuerzo de clicar en los botones sociales "Me gusta", "Tweet”, “G+”, etc. que están por debajo o a lado. Gracias.

Per un blog è molto importante che il lettore faccia lo sforzo di cliccare sui tasti social "Mi piace", "Tweet", “G+”, etc. che trovate qui sotto o a lato. Grazie

No hay comentarios :

Publicar un comentario

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...